Quali sono i sintomi dell’allergia al pomodoro?

Sia che siate allergici esperti che attraversano tutti i sintomi dell’allergia nel corso dell’anno, sia che non abbiate ancora notato alcun sintomo di allergia, l’allergia ai pomodori può manifestarsi in qualsiasi momento. Nei bambini piccoli, negli adolescenti e negli adulti. Date un’occhiata ai sintomi dell’allergia al pomodoro, scoprite quali sono le cause e come alleviare i sintomi dell’allergia.

Cosa provoca le allergie alimentari

L’allergia al pomodoro è una delle allergie alimentari relativamente comuni. Infatti, alcuni di noi sono sensibili a specifici antigeni contenuti nelle mele di pomodoro, o alle antocianine e al licopene.

Ma la colpa potrebbe non essere dei pomodori stessi. Molte persone pensano erroneamente che siano gli antigeni sopra citati a causare l’allergia, ma alla base della reazione potrebbe esserci l’intervento umano. Questo avviene sotto forma di sostanze chimiche contenute nei fertilizzanti e nei coloranti o conservanti contenuti nelle puree lavorate e in altri prodotti. In questo caso, i prodotti biologici o la coltivazione in proprio di pomodori e altri ortaggi sono la soluzione.

Sintomi dell’allergia al pomodoro

I sintomi delle allergie alimentari sono generalmente piuttosto estesi. Pertanto, molti di noi non pensano nemmeno che possa trattarsi di una reazione allergica dell’organismo e attribuiscono invece i problemi ad altri problemi.

Le manifestazioni più comuni delle allergie alimentari includono:

  • eruzioni cutanee, orticaria o eczema
  • prurito ai palmi delle mani
  • irritazione degli occhi – bruciore e lacrimazione
  • disturbi allo stomaco – dai crampi, al vomito, alla diarrea
  • tosse, naso che cola e starnuti
  • gonfiore del viso, delle labbra o della gola
  • prurito della lingua, della gola o della bocca
  • problemi di respirazione e attacchi d’asma
  • shock anafilattico – ma è molto raro

Come riconoscere un’allergia al pomodoro

Come abbiamo detto nell’introduzione, le allergie alimentari possono manifestarsi in qualsiasi fase della vita. Quindi, se siete spesso infastiditi da uno dei sintomi di cui sopra, provate a seguire una dieta di più giorni e a eliminare gli allergeni più comuni dalla vostra dieta. Quindi, aggiungeteli gradualmente di nuovo alla vostra dieta e, se riscontrate un problema, recatevi subito da un allergologo per effettuare test cutanei o del sangue.

Trattamento dell’allergia al pomodoro

Se esistesse un modo per sbarazzarsi dell’allergia ai pomodori in modo semplice e veloce, sono sicuro che molte persone ne sarebbero sollevate. Tuttavia, come per le altre allergie alimentari, c’è fondamentalmente solo una cosa che può aiutare. Ed è quello di eliminare i pomodori dalla vostra dieta.

Ma se non volete rinunciare alle succose verdure rosse e al loro gusto, provate con cautela i pomodori arancioni o gialli, che a volte non presentano sintomi in caso di allergie lievi. In alternativa, scegliete pomodori cotti, poiché la cottura e altri trattamenti termici dei pomodori possono distruggere gli antigeni indesiderati.

Allergia

I pomodori sono presenti in un’ampia gamma di alimenti, dai ketchup alle salse o ai succhi di frutta meno evidenti. Quindi ricercate gli ingredienti di qualsiasi cibo che potrebbe contenere antigeni pericolosi per voi.

Ma non è sempre facile tenere d’occhio gli allergeni in ogni momento, quindi portate sempre con voi i farmaci necessari che il vostro medico vi ha prescritto o consigliato, per ogni evenienza. Per il trattamento dell’allergia al pomodoro si ricorre solitamente a quanto segue:

  • antistaminici, che riducono le manifestazioni dell’allergia
  • glucocorticoidi, che riducono l’infiammazione
  • antidiarroici per problemi intestinali
  • penne di adrenalina – come l’Epipen – per il trattamento acuto dello shock anafilattico
  • broncodilatatori, che eliminano i sintomi dell’asma

Altri alimenti che spesso causano reazioni allergiche

I pomodori non sono l’unico alimento a cui prestare attenzione. Alcune allergie alimentari sono più rare, mentre altre sembrano avere il sacco aperto. Le più comuni sono sicuramente le allergie a noci, arachidi o soia. Ma anche pesci, crostacei e frutti di mare possono dare fastidio.

Ma anche l’intolleranza al lattosio non è rara, così come quella ai prodotti caseari, alle uova o la diffusa allergia al glutine. Tuttavia, da dicembre 2014 è obbligatorio e comune per i ristoranti e gli esercizi di ristorazione fornire su richiesta un elenco degli allergeni contenuti negli alimenti. Gli ingredienti del cibo vi diranno anche se potete gustare il cibo in questione.

Fonte:https://1t.cz/priznaky-alergie-na-rajcata/

5/5 - (1 vote)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.