Come riconoscere la varicella nei bambini e negli adulti?

Varicella è il nome della malattia causata dall’herpesvirus HHV-3, alias virus Varicella zoster. Sono altamente contagiose e, sebbene il loro decorso sia solitamente lieve, non sono certo da sottovalutare. Quali sono i sintomi del vaiolo e chi può esserne colpito?

Malattie nei bambini e negli adulti

Di solito si associa questa malattia ai bambini piccoli, ma può manifestarsi a qualsiasi età. L’immunità permanente è data dall’aver contratto la malattia, ma recentemente si è parlato di vaccinazione (due dosi di vaccino somministrate a distanza di almeno sei settimane l’una dall’altra), che possono ricevere sia i bambini che gli adulti.

Sintomi del vaiolo

I sintomi tipici del vaiolo comprendono le caratteristiche vesciche sulla pelle. Tuttavia, altre difficoltà si manifestano molto prima. Tra gli altri :

  • febbre,
  • mal di testa,
  • mal di gola,
  • dolore muscolare
  • e malessere.

L’eruzione cutanea pruriginosa, il sintomo più caratteristico del vaiolo, compare di solito entro due giorni dall’osservazione dei primi sintomi. Inizialmente si tratta di punti rossi circolari che col tempo si trasformano in vesciche acquose piene di liquido trasparente che provocano un prurito molto fastidioso.

Dove compaiono le vesciche?

Le vesciche pruriginose possono colpire tutto il corpo, ma i “breakout” più comuni riguardano il viso e il petto. Molto raramente, questa eruzione cutanea può interessare anche la mucosa orale, gli occhi o addirittura i genitali. La semina delle vesciche avviene gradualmente, tanto che dopo pochi giorni di malattia si possono osservare contemporaneamente sulla pelle del paziente tutte le forme di vesciche. Così, sul corpo compaiono sia macchie che, in seguito, vesciche versate e infine croste, che sono il loro stadio finale.

Quanto dura questa condizione? Nei bambini, di solito si tratta di 5-10 giorni (contando la data dell’ultima semina di nuove vesciche), ma la guarigione completa di tutte le lesioni cutanee richiede un po’ più di tempo, quindi i pazienti di solito affrontano la malattia per due o tre settimane.

Fonte: https://1t.cz/jak-poznat-nestovice/

5/5 - (1 vote)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.