5 consigli per pulire la lavatrice ed eliminare l’odore

La lavatrice è ormai un elemento essenziale nelle famiglie di tutto il mondo. Usarlo fa risparmiare molto tempo e ci solleva dallo sforzo fisico associato al lavaggio e ad altre forme di lavaggio delle mani. Dovremmo quindi valorizzarlo e averne cura. Ecco alcuni consigli su come pulire la lavatrice e sbarazzarsi di eventuali odori che possono provenire da essa.

Come rimuovere gli odori da una lavatrice

Un certo numero di fattori può causare odori da una lavatrice, dal detersivo o ammorbidente di scarsa qualità, a una guarnizione non mantenuta, a un filtro sporco. All’inizio, di solito è solo il tamburo della lavatrice che ha un odore sgradevole e i vestiti rimangono morbidi e fragranti come prima. Tuttavia, la qualità del lavaggio diminuisce gradualmente e i vestiti cominciano a puzzare anche appena lavati. Ci sono due soluzioni: comprare una nuova lavatrice o rimuovere l’odore dalla lavatrice, come?

Prima di tutto, è necessario pulire la lavatrice regolarmente. Nei suoi angoli e fessure si possono accumulare residui di detersivo, fazzoletti dimenticati nelle tasche o lo sporco dei vestiti stessi. Tra i luoghi più problematici sono soprattutto le guarnizioni, il distributore di polvere/detersivo e il filtro. Il modo più semplice per pulire la lavatrice e quindi eliminare l’odore che ne deriva è lavare il filtro e pulire le guarnizioni.

Nel caso del filtro, un risciacquo con acqua calda una volta ogni sei mesi è sufficiente. Dovreste pulire il dispenser del detersivo e la guarnizione più frequentemente, idealmente dopo ogni lavaggio, ma è sufficiente anche un intervallo mensile. Seguendo questa procedura per rimuovere l’odore dalla tua lavatrice, non solo ti libererai del tuo problema, ma anche allungherai la vita della guarnizione e dell’apparecchio nel suo insieme.

Come pulire una lavatrice

Un altro modo per pulire una lavatrice è spesso messo a disposizione direttamente dai produttori. Infatti, le lavatrici più recenti hanno una modalità di pulizia speciale che è sufficiente eseguire una volta ogni tanto. Se la vostra lavatrice non offre questa modalità, potete usare un altro programma con una temperatura superiore a 50 °C e lavare la macchina “a vuoto”, possibilmente con alcuni vestiti o indumenti più vecchi. Anche così, non dovreste trascurare i punti di manutenzione di cui sopra.

Si dovrebbe sempre lasciare asciugare il tamburo dopo il lavaggio, in altre parole, non aprire lo sportello per evitare la formazione di muffa nella lavatrice. Esiste anche una gamma di prodotti specializzati nella rimozione degli odori dalla lavatrice. Sono abbastanza facili da trovare nelle farmacie. Tuttavia, si può anche fare affidamento su alcuni dei metodi alternativi collaudati nel tempo descritti di seguito.

Come pulire una lavatrice?

Tra questi modi alternativi per pulire la lavatrice c’è la pulizia con bicarbonato di sodio e aceto, di cui forse avete sentito parlare dalle vecchie generazioni. Tuttavia, bisogna tener conto del fatto che queste tecniche sono state utilizzate con lavatrici completamente diverse da quelle prodotte oggi. Le lavatrici nel passato usavano diversi sensori, ecc., quindi vale la pena considerare se non sia meglio affidarsi a prodotti specializzati.

Tuttavia, la procedura per pulire una lavatrice con l’aceto non può ancora essere negata la sua efficacia, quindi finché si applica la procedura con moderazione probabilmente non si ha nulla di cui preoccuparsi:

Mescola una bustina di bicarbonato di sodio con acqua.Versa nel dispenser del detersivo.Versa due tazze di aceto nel cestello.Lavare sul ciclo di lavaggio più lungo con la temperatura più alta possibile.

265
how to remove washing machine odor

Fonte: Pixabay

Se la tua lavatrice lo permette, interrompi il ciclo prima di scaricare l’acqua e lascia riposare la miscela per qualche ora. Poi eseguitelo di nuovo e lasciatelo finire. Si può variare la procedura in molti modi, anche se si versa l’aceto nel dispenser o si mette la soluzione di bicarbonato direttamente nel tamburo.

La procedura per pulire la lavatrice con aceto e soda porta altri benefici oltre a sbarazzarsi dell’odore, si occuperà anche del calcare e pulirà il filtro di scarico. Inoltre, questo metodo è uno dei più economici.

L’aceto rovina la lavatrice?

L’aceto stesso non è tossico. Tuttavia, usarlo troppo può danneggiare le parti in gomma della lavatrice (guarnizioni) e ridurre la vita della macchina. Non si dovrebbe quindi usare più di 1 litro per lotto. Come modo meno radicale di pulire la vostra lavatrice con l’aceto, potete aggiungerlo all’ammorbidente in modo ragionevole ogni volta che lavate. Dosi più piccole non dovrebbero essere così distruttive.

Come si pulisce la lavatrice con l’acido citrico?

Un altro modo per pulire una lavatrice usa l’acido citrico. Questo è ampiamente utilizzato soprattutto nei luoghi con acqua dura. Alcuni lo usano anche come sostituto dell’ammorbidente, quando 80-100 g di acido citrico sono mescolati con alcune gocce di olio essenziale. Il bucato è più morbido dopo questa soluzione e più adatto a chi soffre di allergie. È dosato come un normale ammorbidente.¨

Per eliminare l’odore dalla lavatrice tramite l’acido citrico, puoi semplicemente mettere due sacchetti di acido citrico nel tamburo ed eseguire un programma più lungo con una temperatura più alta. Allo stesso modo, si può mescolare la soluzione:

  1. In acqua calda, mescolare un po’ di brodo, tre quarti di aceto e tre bustine di acido citrico.
  2. Lasciare riposare.
  3. Aggiungere il detersivo.
  4. Risciacquare a circa 90°C.

Come faccio a pulire la mia lavatrice con un detersivo assorbente?

Un metodo comune per pulire una lavatrice è quello di pulirla con SAVEM. SAVO ha sviluppato un prodotto speciale per questo scopo, quindi non usate un detergente multiuso:

  1. Mescola un tappo di SAVO con tre litri di acqua calda.
  2. Immersione del contenitore del detergente in questa soluzione per mezz’ora.
  3. Impregnare un vecchio straccio o asciugamano nella soluzione e pulire le guarnizioni con esso.
  4. Versare la soluzione nella vaschetta ed eseguire un programma di lavaggio più lungo ad una temperatura minima di 60 °C.

264
come pulire una lavatrice

Fonte: Pixabay

Oltre a rimuovere gli odori dalla tua lavatrice, la lavatrice ti aiuterà anche a sbarazzarti della muffa e disinfettare l’interno del tamburo. Fate attenzione quando lo maneggiate, usate i guanti e cercate di evitare il contatto con la pelle nuda.

Come pulire le lavatrici con una pastiglia per lavastoviglie

Un modo alternativo per pulire una lavatrice è anche quello di usare le pastiglie per lavastoviglie, che rimuovono gli odori mentre puliscono i tubi intasati . Basta mettere due pastiglie nel cestello e far funzionare la lavatrice per un programma più lungo.

Come pulire il tubo della lavatrice

L’odore della lavatrice non deve sempre provenire solo dal tamburo. Quindi, oltre a pulire la guarnizione e il filtro, non bisogna dimenticare la pulizia del tubo. Come pulire il tubo della lavatrice?

  1. Chiudere l’alimentazione dell’acqua.
  2. Svitare il tubo dal retro della lavatrice.
  3. Staccare il filtro interno con un paio di pinze.
  4. Risciacquare.
  5. Sostituire il filtro.

In alternativa, puoi usare un cavo non metallico con una piccola spazzola all’estremità per tirare attraverso il tubo.

Come pulire una lavatrice a carica dall’alto

Tutti i consigli di cui sopra su come pulire una lavatrice si applicano sia alle lavatrici a carica laterale che a quelle a carica dall’alto. Se nessuna di queste funziona per voi, allora è una buona idea far controllare la pompa di calore, poiché una pompa di calore malfunzionante può far sì che la lavatrice non lavi in acqua calda, ma piuttosto in acqua fredda.

cleanipedia.com

5/5 - (1 vote)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.